"Se le previsioni attuali sulla crescita demografica si
riveleranno accurate e se le modalità dell'attività umana sul pianeta resteranno
invariate, la scienza e la tecnologia potrebbero non essere in grado di
prevenire il degrado irreversibile dell'ambiente o la condizione costante di
povertà per gran parte del mondo... Alcune modificazioni dell'ambiente possono
produrre danni irreversibili alle capacità della Terra di sostenere la vita.
Il ritmo complessivo della modificazione ambientale è stato senza dubbio
accelerato dalla recente espansione della popolazione umana...
E' in
gioco il futuro del nostro pianeta"

U.S. National Academy of Sciences e Royal Society of London, 1992
"Gli esseri umani e la natura si trovano in rotta di
collisione ... La capacità della Terra di provvedere a quantità crescenti di
persone ha un limite ... e ci stiamo velocemente avvicinando a molti dei limiti
della Terra. Le pressioni derivanti dalla
crescita demografica
incontrollata
avanzano delle pretese sul mondo naturale che possono
sopraffare qualsiasi sforzo di raggiungere un futuro sostenibile ... Non
rimangono che pochi decenni prima che vada perduta l'opportunità di allontanare
le minacce che incombono su di noi e che venga compromessa oltre misura la
prospettiva per l'umanità"
Union of Concerned Scientists, 1992, firmata da 1680 esponenti scientifici di 70 paesi, compresi 104 premi Nobel
---------------------------------------------------------------------------------------------

Gentile navigante…

…grazie per la tua visita. Sei capitato in uno spazio virtuale nato per sensibilizzare ed informare, per testimoniare e denunciare lo stato di degrado dell’ecosistema inteso come insieme di tutte le forme di vita, Homo Sapiens ovviamente incluso. Ma anche per fare delle proposte. I tuoi commenti sono dunque preziosi e benvenuti al fine di dare insieme forma all’econonviolenza. Se vuoi contattarmi, per qualsiasi motivo, puoi usare il seguente indirizzo e-mail: fabargo2004@yahoo.it

martedì 1 aprile 2008

IL GOLPE OLIGARCHICO

Berlusconi portrait
© Photographer: F. Argonauta Agency: Dreamstime.com

Cari naviganti,
devo confessare che queste elezioni mi stanno deprimendo oltremodo. Le ritengo incostituzionali per la semplice ragione che in una democrazia dovrebbe governare il popolo eleggendo i suoi rappresentanti. Purtroppo, a causa della legge elettorale in vigore, ad eleggere i rappresentanti del popolo non sarà il popolo stesso ma pochi capipartito. Non siamo più dunque in democrazia ma in oligarchia anticostituzionale. Non so se mi recherò alle urne, ma se ci andrò sarà per mettere a verbale, tramite il presidente di seggio, che mi rifiuto di votare per la ragione di cui sopra.

Io farò così, voi fate come vi pare. Ci rileggiamo a scrutini avvenuti per commentare il colpo di Stato, la presa del potere da parte dei capipartito che avranno nominato loro portaborse, leccacolletti, amici, mogli e amanti.

3 commenti:

nuovobonzo ha detto...

Ma come, non vuoi che la moglie di Fassino abbia il suo sesto mandato?

Capisco il tuo fastidio e lo condivido... Ma io non voglio rivedere Berlusconi al potere... Già siamo messi male, figuriamoci con altri 2 anni (perchè ovviamente di più non avrà) di Berlusconi (o Tremonti o Lunardi)...

Argo ha detto...

Caro nuovobonzo, il gioco della torre (chi butteresti giù) tra Berlusconi e Veltroni non lo voglio fare. O tutti e due o niente.

Anonimo ha detto...

votare o non votare ecco il dilemma !

be non so ancora chi votero' ma penso che votero' perche' l'uomo non e' perfetto e al peggio non c'e' mai limite.

roberto de falco